Diventare Vegani significa intraprendere un percorso, a volte, molto difficile da combinare con la vita di tutti i giorni. Per capire come meglio muoversi e il perché della scelta vegana, abbiamo intervistato Valeria di VegLifeChannel.

Valeria è una ragazza foodblogger, che ha deciso di condividere con noi la sua esperienza.

Buongiorno Valeria come hai maturato la scelta di essere Vegana?

Ciao Stefania, innanzitutto grazie per avermi dato quest'opportunità. La mia scelta di diventare vegetariana è iniziata in adolescenza e si è evoluta nel tempo in modo del tutto naturale.

Sono una grande amante degli animali, infatti la mia scelta è dettata principalmente da motivi etici, oltre che salutistici. Da adolescente, quando ho scoperto da dove veniva il cibo che mangiavo sono rimasta scioccata e a 18 anni ho deciso di diventare vegetariana. Dopo 10 anni sono diventata vegana.

Cosa vuol dire per te essere Vegana?

Credo che la parola “vegan” sia quasi un’etichetta, infatti viene utilizzata per descrivere le persone che amano gli animali e la Natura e che non mangiano e non indossano nulla che sia di origine animale.

Ma, per me, essere Vegana è molto di più, è un vero e proprio stile di vita, non si tratta solo di mangiar sano. Cambia completamente la visione che hai del Mondo, cresci molto a livello spirituale, sei più consapevole e ti senti più connessa con la Natura che ti circonda.

Nella vita quotidiana e nella società in cui viviamo è facile prendere una posizione così netta?

Personalmente credo che non sia mai facile prendere una posizione netta, qualunque essa sia.

La società ci vuole tutti uguali nel modo di pensare, di vestire, di agire, ecc. Chi ha il coraggio di fare una scelta diversa, viene visto con “sospetto” e con paura, ma quando nasce un dialogo le cose cambiano e ci si arricchisce a vicenda.

Secondo il tuo punto di vista, chiunque può iniziare un percorso di Veganesimo?

Non è facile rispondere a questa domanda.

Teoricamente sì, tutti possono avvicinarsi al veganesimo. Però parlando dal punto di vista dell’alimentazione, ognuno di noi è diverso ed ha esigenze diverse.

A me personalmente, l’alimentazione vegana ha dato grandi benefici in termini di salute e di energia, sia fisica che mentale. Se qualcuno mi chiedesse un consiglio sul fatto di diventare vegano, sicuramente gli direi di ascoltare il proprio corpo e di provarci, ma è sempre meglio iniziare questo percorso facendosi seguire da un esperto.

Sono ancora tanti gli stereotipi legati alla tua filosofia di vita e alle eventuali carenze che potresti sviluppare?

Purtroppo si, c’è tanta disinformazione in merito.

Quando parli con qualcuno ed esce fuori l’argomento “veganesimo” partono inesorabili le classiche domande e tutti diventano improvvisamente dei medici: “da dove le prendi le proteine, sarai sicuramente carente di ferro, ma la vitamina B12 non si trova negli alimenti di origine vegetale, il calcio da dove lo prendi, bla, bla, bla”.

Inoltre, tante persone credono che i vegani siano tutti estremisti e guerriglieri e che vogliano imporre la propria ideologia agli altri.

Personalmente, mi ritengo una persona pacifica, non impongo le mie idee. Se mi viene chiesto il mio punto di vista lo esprimo, altrimenti niente. Devo dire con soddisfazione che questo mio atteggiamento sereno e pacifico viene molto apprezzato dagli altri, che appunto, credono che i vegani siano tutti degli “esaltati”.

Secondo la tua esperienza e il tuo pensiero, è vero che alcuni vegani sono “estremisti” e se sì perché?

Purtroppo devo dire di sì.

Ognuno di noi ha un proprio modo di pensare e di agire ed è giusto così, ma come ho detto prima, credo che sia importante comunicare e far conoscere il proprio pensiero agli altri in modo pacifico, senza imporre o creare terrore.

Personalmente, non ho mai detto a nessuno “sei un assassino”, “mangiatore di cadaveri” ecc. e non mi piacciono i vegani che lo fanno, perché promuovono un’immagine negativa e sbagliata di questa filosofia di vita, anche se le intenzioni di base sono buone.

Ma nella vita di tutti i giorni, come affronti le tue giornate vegane sul lato pratico?

All'inizio ci vuole tanta organizzazione, sia per quanto riguarda la gestione dei pasti (da preparare in casa o da consumare fuori casa), che i rapporti con gli altri (inviti a pranzo/cena, parenti, amici, colleghi).

Con il passare del tempo diventa tutto più semplice e naturale. Ormai sono vegana da diversi anni e quasi non mi ricordo più le difficoltà che ho incontrato all'inizio di questo percorso.

Valeria, sei una foodblogger, per questo ti piace cucinare e reinventare i piatti secondo la filosofia vegana?

Cucinare è la mia più grande passione.

All'inizio del mio percorso veganizzavo i piatti della tradizione italiana, ma con il tempo il mio modo di cucinare è cambiato ed ora creo piatti seguendo la mia nuova filosofia vegana-salutista!

Mi piace sperimentare, provare le diverse culture culinarie e assaggiare nuovi cibi.

Sul fronte di Internet, la “comunità” vegana sta crescendo sempre di più, cosa ne pensi e in che modo partecipi?

La rete se utilizzata nel modo giusto è una risorsa davvero importante, che dà l’opportunità alle persone di connettersi e condividere esperienze ed informazioni utili.

Mi fa davvero piacere che questa comunità si stia ampliando e grazie ad internet è diventata una grande realtà!

Anche attraverso i social, quali Facebook ed Instagram è possibile raggiungere tantissime persone in giro per il Mondo e condividere questa passione, promuovendo uno stile di vita più sano e rispettoso degli animali e dell’ambiente.

Cerco di connettermi il più possibile con i miei follower tramite questi social, il mio preferito è Instagram, perché amo la fotografia, è una forma d’arte straordinaria che riesce ad esprime attraverso un’immagine storie ed emozioni. Su questo social sono molto attiva ed ho anche conosciuto delle persone straordinarie!

Infine, una domanda scottante: Carne e sport: un connubio a volte difficile da smontare per via del mito legato alle proteine animali. Qual è la tua posizione?

Anche qui purtroppo c’è tanta disinformazione.

Mi capita di vedere in rete video di persone comuni che frequentano le palestre e che si abbuffano di proteine tutto il giorno e non hanno nemmeno un muscolo! Al contrario ci sono persone vegane molto muscolose.

Personalmente, credo che le proteine siano importanti, non solo per chi fa sport, perché si tratta di uno dei tre macro nutrienti, ma allo stesso tempo credo che non debba essere un’ossessione!

Ognuno di noi è diverso ed ha esigenze nutritive diverse. Credo sia importante farsi seguire da un esperto (che si intenda di alimentazione vegana, altrimenti è inutile) e pianificare un piano alimentare in base al proprio fisico e agli obiettivi che si intendono raggiungere.

In generale credo che un’alimentazione vegan ben bilanciata possa essere seguita sia da sportivi che non, senza essere carente di proteine.

Diversi cibi di origine vegetale sono ricchi di proteine, basta combinarli nel modo giusto!

Grazie mille Valeria per la tua disponibilità!

Per chi volesse seguire Valeria, non perdetevi le sue gustose ricette su Youtube - VeglifeChannel - e sul suo Blog. E i Social? Eccoli: Facebook e Instagram!